L’era della Geo-ingegneria stratosferica: le scie chimiche, le coltivazioni in serra, il cibo organico e il futuro del pianeta Terra

di Zach C.Miller, pubblicato su NaturalNews

A seguito di tutte le informazioni che sono emerse negli ultimi anni a proposito delle scie chimiche e della geo-ingegneria, dobbiamo cominciare a farci delle domande riguardo alla nostra salute, il cibo che stiamo mangiando e il pianeta.

Notiamo evidenti relazioni fra la salute di noi uomini, l’ecosistema planetario e il fenomeno dell’inquinamento che scaturisce da polveri di natura chimica e da metalli pesanti, cui siamo sottoposti quotidianamente. Quindi è giusto domandarci: quando acquistiamo cibo “organico” stiamo davvero comprando quello che desideriamo comprare, ovvero cibo puro, incontaminato e nutriente?

DEFINIZIONE DI CIBO SALUTARE NELL’ERA DELLA GEO-INGEGNERIA

E’ ancora giusto parlare di cibo organico nell’era della geo-ingegneria?

Il vero cibo organico cresce senza l’ausilio di pesticidi, e ha il merito di far bene sia a noi uomini che a tutto il pianeta. Si tratta del un metodo di coltura a cielo aperto, eseguito nei campi. Questo metodo di coltivazione può essere condotto senza usare pesticidi; ma purtroppo non può più proteggersi dalla caduta dal cielo di polveri di metalli pesanti come alluminio e bario, né da altri agenti patogeni che raggiungono le piante nella stessa maniera.

DEFINIZIONE DI GEO-INGEGNERIA

Che cos’è la geo-ingegneria e perché la consideriamo così dannosa? Si tratta di una scienza che ha ideato un programma messo in atto dalle  maggiori potenze mondiali, e che ha lo scopo di provocare cambiamenti climatici.

In pratica, si svolge rilasciando polveri e particelle di metalli e altre sostanze per mezzo di aerei speciali, difficili da rilevare. Questo esperimento si svolge in tutti  e cinque i continenti, con lo scopo primario di rallentare il riscaldamento globale. Ma utilizza principalmente alluminio e bario, due metalli tossici per l’organismo. Il rilascio delle polveri avviene a livello della stratosfera, ma arriva perfino a modificare il “ciclo dell’acqua” (quindi anche il tipo di piogge e altre precipitazioni, NdT); restringe l’atmosfera e favorisce la proliferazione di funghi nocivi.

Altri aspetti pericolosi di questa pratica sono l’inquinamento dei mari e la riduzione dello strato di ozono. Queste modifiche al sistema planetario potrebbero condurre all’estinzione di alcune specie viventi, anche animali.

geoingegneria-clima

IL GENERE UMANO E’ A UN INCROCIO

L’essere umano si trova a un incrocio, e può risolvere il problema in maniera più o meno perentoria: o bloccando lo spargimento delle polveri chimiche; o come soluzione temporanea dedicarsi alle coltivazioni in serra (ambiente protetto). Ricordiamoci che quest’ultimo approccio può solo rimandare il problema, e che se vogliamo continuare ad avere un futuro come genere umano dobbiamo risolvere il problema alla fonte, fermando le scie chimiche. Nel frattempo, in attesa di riuscire a fermarle, teniamo presente che le coltivazioni al coperto e in serra garantiscono cibo più puro, perché al riparo da ciò che cade dal cielo.

E’ questo il tipo di cibo da definirsi ancora “organico”, incontaminato, nutriente, ricco di sali minerali e altri preziosi nutrienti che la natura ci ha riservato; un nutrimento per il corpo e l’anima.

 

– Sull’autore:  Zach C.Miller è stato chiamato fin da giovane età a credere nell’ideale di una vita fatta di salute. In seguito ha scoperto il dono della scrittura e ha deciso di usarla per propagandare le sue idee. Ha scritto e pubblicato articoli sul benessere, la salute e altri argomenti su ehow.com e NaturalNews. Ha una laurea in Scienza Applicata.

Fonte: http://www.naturalnews.com

Traduzione: Alessandro Lafrate

 

Vuoi scoprire tutte le altre bugie ed illusioni che ti stanno nascondendo e non ti permettono ancora di vivere una vita sana e felice? Guarda il VIDEO LIBRO GRATUITO più scaricato del web

saltoquantico Daniele Penna